Parti freno

Famiglia di prodotti composta da: pastiglie freno, dischi freno, ganasce freno, kit ganasce freno premontate, tamburi freno, cilindretti freno, pompe freno, correttori di frenata, cilindri frizione e pompe frizione.

Macchinari di lavorazione, montaggio e controllo ad alta tecnologia e totalmente automatizzati consentono di ottenere un'estrema precisione dimensionale, garantendo quindi la massima affidabilità e sicurezza grazie al collaudo funzionale del 100% dei pezzi finiti.

Tutti i prodotti rispettano lo standard imposto per le parti di sicurezza dalle principali case automobilistiche.

Parte rilevante della produzione, infatti, è destinata alla fornitura del primo equipaggiamento e dei maggiori fabbricanti europei di sistemi frenanti.

 

Pastiglie Freno

Una pastiglia è sempre costituita da due elementi principali: il supporto metallico ed il materiale d’attrito vero e proprio.
Il supporto metallico in acciaio, funge da supporto per il materiale d’attrito, trasferendo in modo più uniforme la spinta derivata dal pistone della pinza freno verso il materiale d’attrito.
Tra il supporto metallico ed il materiale d’attrito, a causa delle caratteristiche estremamente differenti di questi due elementi, si può trovare un substrato interposto tra essi che ha la duplice funzione di fare da primo schermo termico e di fornire all’adesivo sottostante una buona superficie di incollaggio.

 


Dischi Freno

La funzione del disco freno e' di rallentare e fermare un mezzo in movimento.
I dischi freno hanno gradatamente rimpiazzato i freni a tamburo in tutto il mondo. Tutte le auto ora montano dischi freno sull'assale anteriore ed e' sempre più crescente il numero delle vetture che montano dischi freno anche sull'assale posteriore.
I dischi freno si distinguono in due categorie:
- disco pieno
- disco auto ventilante (ossia forati radialmente) in modo che, ruotando, si auto raffreddino comportandosi come pompe centrifughe: aspirano aria fresca dal centro e la disperdono dai fori collocati lungo la circonferenza asportando calore, riducendo il pericolo della progressiva perdita di frenata.
Le proprietà essenziali richieste al disco sono:
- la robustezza, per sopportare le sollecitazioni meccaniche alle quali viene sottoposto;
- l'indeformabilità, per consentire alle pinze di agire su superfici sempre perfettamente piane che non diano origine a vibrazioni;
- la resistenza all'abrasione, per durare a lungo e garantire nel tempo un attrito uniforme;
- la conducibilità termica, per disperdere rapidamente il calore;
- la leggerezza, per contenere le masse collegate alla ruota (dette non sospese) e favorire così il contatto continuo con il terreno anche in presenza di asperità.
I dischi freno Metelli vengono realizzati impiegando materia prima di alta qualità e nelle composizioni chimiche che più si addicono all'applicazione del veicolo cui sono destinati.
Le lavorazioni meccaniche vengono realizzate con macchinari di prim'ordine ed attrezzature studiate in modo tale da escludere nella maniera più assoluta errori geometrici. Scrupolosi controlli su rugosità', parallelismo, oscillazione, centratura, bilanciatura e prove al banco sul disco Metelli ne fanno un prodotto in grado di garantire massima sicurezza, comfort e affidabilità nel tempo.

 

Ganasce Freno

Così come le pastiglie lavorano contro la fascia frenante del disco, le ganasce freno lavorano sul diametro interno del tamburo freno.

Si intuisce subito come le pressioni che si esercitano siano generalmente inferiori rispetto alla pressione che subisce una pastiglia freno; in compenso la superficie di contatto con la ghisa è molto maggiore.

L’efficacia frenante di una soluzione a tamburo non è inferiore ad un disco, che rimane superiore nella capacità di sopportare le elevate temperature e dissipare meglio il calore generato durante una frenata.
Gli accorgimenti costruttivi sono assolutamente analoghi; anche nelle ganasce troviamo un substrato metallico che sostiene il materiale d’attrito vero e proprio.

 

Kit Ganasce Freno Premontate

Solitamente in caso d'intervento sui ceppi frenanti si sostituiscono solo ganasce e cilindretti riutilizzando i perni, le rondelle, i registri e le molle.
Se si riutilizzano parti vecchie c'è il rischio di compromettere l'affidabilità dell'impianto frenante con degli squilibri a causa della minore forza elastica che riduce la stabilità di frenata e la sicurezza. Non solo ma i tamburi freno si potrebbero usurare prima creando rumorosità.
Il rapid kit Metelli essendo composto da ganasce con dispositivo di recupero gioco freno premontato, cilindretti freno e corredo di accessori, consente la sostituzione di tutti i componenti a rischio di usura, e offre:
- Montaggio facile e rapido dei freni e ganasce sul piatto;
- Massima precisione e garanzia della riparazione;
- Notevole risparmio di tempo.

 

Tamburi Freno

Elemento cilindrico ruotante collegato alla ruota sulla cui superficie interna agiscono le guarnizioni d’attrito fissate alle ganasce.
E’ un tipo di freno molto efficace perché richiede un limitato sforzo sul pedale per fornire una notevole potenza frenante (quindi, a differenza dei dischi, può spesso fare a meno del servofreno) ed è di realizzazione molto economica.
Rispetto al disco si surriscalda assai più rapidamente, perdendo efficacia, e ha un peso abbastanza elevato. Oggi è ancora utilizzato al retrotreno di molte vetture di cilindrata media e piccola.

 

Cilindretti Freno

Il freno a tamburo è composto dai seguenti elementi: il tamburo contiene posizionati all'interno due ganasce ricoperte da materiali d'attrito, un cilindretto e alcune molle che consentono il movimento delle ganasce e per i modelli più recenti un dispositivo di recupero gioco. Le ganasce sono generalmente ancorate ad un'estremità mentre dall'altra sono a contatto dei pistoncini del cilindretto. La tenuta, nel cilindretto freno, è garantita dalla guarnizione mentre la molla garantisce il collegamento solidale fra pistoni e ganasce impedendo l'eventuale corsa a vuoto del pedale del freno nel caso di distacco dei pistoni dalle ganasce. La funzione delle cuffie è quella di impedire che agenti esterni (sporco e impurità) possano penetrare all'interno del cilindretto freno causando malfunzionamento o rotture dello stesso. Sul cilindretto freno è presente una vite la cui funzione è di garantire, sia in fase di caricamento dell'impianto freni con l'apposito liquido, sia durante la sostituzione delle ganasce, lo spurgo delle possibili bolle d'aria che si generano durante le fasi sopra citate. A monte del sistema frenante si trova il cilindro maestro (pompa freno) collegato al cilindretto tramite tubazioni specifiche per le alte pressioni che conducono un fluido speciale (liquido freni). L'azione frenante si svolge mediante pressione sul cilindro maestro che convoglia il fluido all'interno del cilindretto generando l'espansione dei pistoncini ai quali allargandosi obbligano le ganasce a produrre attrito sul tamburo.

 

Pompe Freno

Trasforma lo sforzo esercitato sul pedale dei freni in pressione di un liquido, che si trasmette tramite le tubazioni e i cilindretti o le pinze alla ganasce o alle pastiglie dei freni.
Da una trentina d'anni tutte le pompe freni sono sdoppiate, per comandare due circuiti separati.
Consiste in un corpo cilindrico entro cui scorrono due pistoni dotati di guarnizioni di tenuta; uno dei due è comandato da un puntale solidale con la membrana del servofreno, l'altro si sposta per effetto della pressione del liquido presente tra i due pistoni. Attraverso raccordi filettati vengono collegate le tubazioni dell'impianto.

 

Correttori di Frenata

Durante una frenata, si assiste ad un trasferimento di carico verso la parte anteriore dell'auto, con un conseguente alleggerimento del posteriore e perdita di aderenza.
Per poter controllare questo trasferimento di carico, occorre far in modo che i freni anteriori frenino di più rispetto ai posteriori, per realizzare ciò esiste un dispositivo chiamato correttore di frenata, che adegua la capacità di frenare delle ruote posteriori in base al variare delle condizioni di carico, oltre che alla pressione esercitata dal guidatore sul pedale del freno.

 

Cilindri frizione

Il cilindro frizione è un componente che lavora unitamente alla pompa frizione. Sotto l’effetto della pressione idraulica generata dalla pompa frizione è in grado di spostare il disco frizione del volano motore per consentire il cambio marcia.
La nostra gamma di cilindri frizione è prodotta in diversi materiali tra cui la ghisa, l’alluminio e la plastica.

 

Pompe frizione

La pompa frizione trasforma la forza generata dalla pressione del pedale della frizione in pressione idraulica. La pressione idraulica sviluppata viene trasformata in movimento del disco frizione. La nostra gamma di pompe frizione comprende l’utilizzo di diversi tipi di materiali tra cui annoveriamo la ghisa, l’allumino e la plastica.

 
Metelli S.p.A. - Via Bonotto, 3/5 - 25033 Cologne (BS) - Italy - Tel. +39 030 705711 - Fax +39 030 7057376 Reg. Imp. BS - C.F. P. IVA IT01517740989 - R.E.A. 316597 - Cap. Soc. € 15.000.000 i.v.